La bugia dei siti di seduzione

2

siti seduzione truffaSe mi conoscete almeno un po’ sapete che non ho peli sulla lingua quindi aspettati un articolo zero politically correct.

Conosco bene un certo tipo di settore legato alla parola “seduzione” e i personaggi che ruotano intorno a questo ghetto virtuale.

Già. Li conosco.

Quindi, eccoti il mio armadio degli scheletri: ho fatto anche io qualche corso con questa gente. Errori di gioventù… ma aspetta!!

A mia discolpa posso dire che era 10 anni fa e sembrava tutto oro quello che luccicava.

Comunque so quello che scrivono sui loro articoli, ho ascoltato i loro podcast e so che prima o poi, fra un “uomo alfa” (oddio lo schifo!), un “numero di telefono” (ma a che diavolo ti serve il numero di una ragazza…se sta ancora parlando con te ORA??) e una ragazza in reggiseno per attirare la tua attenzione…

…finiranno per parlarti di timidezza, sparando le solite 4 cartucce. Sai perché finiscono lì?

 

La seduzione è una scusa

La seduzione, venduta così… è una scusa bella e buona.

Se hai problemi con le donne sei semplicemente un po’ timido.

Punto. Fine, Stop. Nulla, Nada.

Ti-mi-dez-za (così sai che so anche sillabare).

Solo quando hai risolto la timidezza potremmo (ma anche no) iniziare a parlare di seduzione.

Essere seduttivi è qualcosa che riguarda chi non è più timido.

Fine della storia.

Quando stai bene con te stesso e fai il cavolo che vuoi, seduci le persone in linea con te. 

Finito il corso.

Invece cosa succede?

 

La storia dei più coraggiosi

Ammettiamo per un istante, solo così, per gioco, senza pretendere che sia successo davvero…

… che tu abbia preso pari pari una tecnica “seduttiva” di un qualche marpione computerizzato e l’abbia applicata nella vita reale.

Cosa sarà successo mai?

Secondo me le possibilità sono due.

1. Alla fine non l’hai applicata perché l’ansia ha preso il sopravvento.

2. L’hai applicata… e poi… bene o male eri punto e a capo.

Perché?

Perché la seduzione è l’ultimo dei tuoi problemi.

Mi dispiace ma è così.

Se probabilmente sei timido anche con il lattaio mettere su la maschera del seduttore (o del leone come la chiamo in AntiTmidezza), fare il figo e poi scappare a gambe levate per renderti inaccessibile (perché sai che se la conversazione prosegue… verrai smascherato…)

… a che diavolo serve?

 

Scriverti 4 tecniche sulla mano non servirà

Quindi fra un PUA e l’altro non sarebbe il caso di risolvere il problema alla radice e poi, magari dopo, iniziare a capire come funziona DAVVERO l’interazione fra una donna e un uomo (e fidati che scriverti 4 tecniche sulla mano per ricordatele al momento giusto non ti rende un seduttore)?

Quindi, se non sei già scappato perché sono troppo realista e preferisci fantasticare sulle infinite possibilità, ora mi chiederai… quindi cos’hai per me?

Cosa mi proponi? Soluzioni?

Non voglio proporti nulla, mi basta dirtelo e saprai che ho ragione perché è una semplice evidenza.

Punto primo: il tuo livello di consapevolezza (e per favore, non ci attaccare strani significati, significa solo che fai tutto con il pilota automatico) ha bisogno di una revisione e probabilmente hai parecchi meccanismi di difesa (ma per questo serve Valeria). 

Punto secondo: non hai un’identità forte, non sei diverso, originale… non ti si vede, sei di fatto “uno dei tanti” (anche se sai benissimo che dentro avresti molto da offrire… di fatto, non lo offri). In chat, su facebook, riesci un minimo a distinguerti… ma solo lì, vero? Dimmi se non è così :)

Punto terzo: non sai come conversare e comunicare con una donna. Non ascolti, non sai come agganciarti ai suoi argomenti, non sai come parlare “oltre le parole”… e tutto questo perché non hai fatto abbastanza pratica ben fatta (prima impari il punto 1 e 2, poi parla con il lattaio… per cominciare).

Punto quarto (ma che qui è il primo): probabilmente ti vedi brutto esteticamente.

Fine.

Tutto questo non c’entra nulla con la parola seduzione.

Questa si chiama timidezza.

 

Risolvi la timidezza… e avrai le donne.

E quindi, adesso che ho condiviso con te questa argomentazione, ecco la mia proposta: ti iscrivi alla nostra lista, acquisti AntiTimidezza ed eventualmente lavori uno a uno con noi.

Quello che insegniamo funziona. Lo dicono i nostri clienti, lo dicono le nostre storie.

Non sto qui a tentare di convincerti, la scelta è tua.

“Ma Marco, quindi mi stai vendendo qualcosa anche tu?”

Sì e no.

Basta dire le cose come stanno.

Semplicemente se pensi che qualcuno ti salverà gratis, ti sbagli.

Gratis noi condividiamo una marea di informazioni, rispondiamo alle domande, ma poi applicarti e “salvarti” spetta a te…

Ma se conosco un po’ queste problematiche dubito che ce la farai senza una guida.

Se vuoi un aiuto invece, occorre dare qualcosa in cambio: vale per dentisti, commercialisti, psicologi, osteopati…

Si chiama vita, ha sempre funzionato così ed è normale.

La prima buona notizia è che è tutto online, già pronto.

La seconda buona notizia è che lo scambio qui è tutto a tuo vantaggio, noi ci paghiamo una cena fuori, tu cambi la tua vita… o ti ribecchi indietro i soldi.

Devo alzare i prezzi.

Marco De Filippo

 

 

 

 

2 Commenti
  • Giacomo
    maggio 18, 2015

    Bisogna distinguere tra sito e sito di seduzione. Nel nostro noi combattiamo con tutte le nostre forze i cosiddetti PUA americani e i loro copiatori italiani, e diciamo esattamente le cose come stanno. La timidezza e la mancanza di esperienze sono in effetti le cause più rilevanti di una vita relazionale non soddisfacente, ma ci sono anche altri fattori in gioco. Comunque trovo valida la tua iniziativa, io non sono di quelli per cui il materiale degli altri è tutto da buttare ed è buono solo il loro.
    Una cosa è certa : se qualcuno vende qualche tecnica di seduzione grazie alla quale uno SFIGATO CRONICO diventa CASANOVA in un mese, è un disonesto che lucra sulla disperazione di molti ragazzi che vivono una situazione di grande disagio. Quindi bravo anche tu per mettere in guardia i lettori!

    • Marco De Filippo
      maggio 18, 2015

      Grazie del tuo intervento Giacomo.

      Condivido ciò che dici ma devo fare un piccolo appunto per i lettori.

      Da questa parte della barricata non esistono “sfigati cronici” e “Casanova”.

      Buona parte dei siti di seduzione fa proprio leva sulla presunta “sfiga” di certi maschietti per motivarli all’acquisto.

      Da una parte ti dicono di “credere in te stesso”… dall’altra ti dicono che sei uno “sfigato”.

      La propulsione motivazionale viene da questo genere di storie dicotomiche (sfigati e casanova) e dalla morale che se ne trae:

      sei uno zerbino sfigato… datti da fare o morirai solo!!

      In termini di marketing funziona, ma non è quello che facciamo noi.

      Noi qui insegniamo a recuperare una posizione in cui DALL’INIZIO sei già al meglio di te stesso e ti liberi di queste “storielle da quattro soldi”.

      In questa posizione l’etichetta che l’individuo userà per se stesso non sarà mai “sfigato”.

      Quando l’identità è salda è poi possibile migliorare:

      1. la propria vita;
      2. le proprie capacità comunicative CON TUTTI.

      A questo punto, gradualmente, avere una donna o più di una è semplicemente una conseguenza.

      Diffidate da chi dice “se non vieni da noi rimarai uno sfigato”: perché accettata questa premessa, ragazzi miei, non ne uscite più.

      Quindi, per te che stai leggendo: ti mancano solo delle abilità.

      Punto.

      La domanda è: vuoi svilupparle?

      In conclusione: le etichette come sfigato le lascio a chi le usa perchè teme proprio di essere in quel modo.

      Marco.

      Ps.

      La media di molti metodi è solo un metodo medio.

      Il metodo migliore è quello che dà più risultati e la maggior parte dei metodi seduttivi è praticamente inutile se non dannoso.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.